Wonderland

ROBERTO VACCA, FUTUROLOGO - Wonderland del 20/11/2015

  • Durata:00:20:14
  • Andato in onda:20/11/2015
  • Visualizzazioni:

Mainstreaming: viaggi multimediali tra i nuovi universi del fantastico Bone Tomahawk (2015): Determinato a creare un western anticonvenzionale, l’esordiente S. Craig Zahler, che comunque è legato al genere in qualità di romanziere, racconta una storia che può ricordare il classico Sentieri Selvaggi. Ma le suggestioni di John Ford poi virano decisamente verso lidi più crudi e vicini a quel cinema che predilige la contaminazione di generi, pur tenendo un’identità lontana dai mash-up postmoderni. Un gruppo di feroci indiani cannibali rapisce alcuni cittadini di Bright Hope, tra cui la dottoressa O’Dwyner. Lo sceriffo, interpretato da Kurt Russell, assolda un gruppo di uomini per liberare i prigionieri, tra cui l’invalido marito della dottoressa e il cacciatore di taglie John Brooder. Bone Tomahawke ha vinto il premio per la miglior regia all’ultimo Festival di Sitges. Intervista Roberto Vacca Ingegnere elettronico, matematico e scrittore, Roberto Vacca è stato ricercatore presso il CNR e ha svolto l’attività di docente universitario ed esperto di sistemi elettronici presso l’OCSE, senza però tralasciare la sua passione per la fantascienza. Il suo esordio letterario avviene nel 1963 con il romanzo Il robot e il minotauro, a cui fanno seguito molte opere di narrativa, ma la notorietà arriva nel 1971 con il saggio Il medioevo prossimo venturo. Seguono numerose opere di divulgazione scientifica, fino al recente Come imparare una cosa al giorno e non invecchiare mai.

Sito

Vuoi rivedere o riascoltare un altro programma?


Navigazione alternativa dei video correlati